SportVerona

Campionati Italiani Esordienti di Pesistica Olimpica: Bentegodi e Corpo Vivo sul podio con Gaia Zamboni e Marco Marogna

Il Centro Sportivo Olimpico dell’Esercito della Cecchignola in Roma ha ospitato l’edizione 2023 dei Campionati Italiani Esordienti, femminili e maschili, di Pesistica Olimpica, organizzati dalla FIPE (Federazione Italiana Pesistica), con la partecipazione dei migliori mini pesisti tredicenni italiani, che si sono qualificati, sei per ogni categoria di peso personale, all’importante kermesse giovanile nazionale.
Anche in questa occasione, non è mancata la presenza dei pesisti veronesi, due per la Sezione Pesistica della Fondazione M. Bentegodi, Gaia Zamboni e Ivan Dodonov e uno per la Palestra Corpo Vivo, di Stallavena di Grezzana, Marco Marogna, gli unici della Regione del Veneto, che hanno conquistato complessivamente sei medaglie, una d’oro e cinque d’argento. Splendida gara per la bentegodina Gaia Zamboni, nella categoria dei 59 kg., a un peso personale di 55,05 kg., seconda classificata nell’esercizio di strappo, con 47 kg. sollevati, prima nello slancio con 64 kg. e ancora seconda nel totale olimpico, con 111 kg., a soli 2 kg. dalla prima classificata, la forte pordenonese coetanea Matilde Tomè.
Per lei, cinque prove valide su sei, una scintillante medaglia d’oro e due medaglie d’argento nazionali, ma soprattutto, il titolo di campionessa italiana di slancio, con il nuovo primato nazionale d’esercizio, nella Classe Esordienti 13 anni, fermo a kg. 60, dal novembre del 2021 e migliorato di ben 4 chilogrammi, a dire il vero con ottima tecnica e facilità d’esecuzione, abilmente condotta in gara dai tecnici bentegodini Fausto Tosi e Maria Vittoria Sportelli.
Bellissima gara anche per Marco Marogna, in gara nei 55 kg., anche lui con cinque prove valide su sei, che si è messo al collo tre importanti medaglie d’argento, di vice campione italiano, con 56 kg. sollevati nello strappo, 70 kg. nello slancio e 126 kg. nel complessivo, per la gioia e la soddisfazione di Marco Tosi, già forte atleta pesista della Bentegodi ed ora qualificato tecnico FIPE e titolare della Palestra Corpo Vivo.
Molto bella anche la prova dell’altro bentegodino Ivan Dodonov, in gara nella categoria dei 61 kg., qualificatosi in sesta posizione, che ha guadagnato una posizione, nella classifica finale, risalendo alla quinta piazza, con sei prove valide su sei, totalizzando 113 kg. nel complessivo, con 50 kg. di strappo e 63 kg. di slancio e migliorando abbondantemente tutti i suoi primati personali.
Niente male dunque per le prestazioni dei nostri tre giovanissimi atleti, punte di diamante di un nutrito gruppo di promettenti pesisti, femmine e maschi, pronti a portare avanti con grinta e determinazione la bella, lunga e gloriosa tradizione della pesistica veronese.

Articoli collegati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button