SportVerona

Tezenis padrona del Palaolimpia: Trieste si inchina

E’ festa grande al Pala Agsm Aim dove la Tezenis supera la corazzata Trieste (81-69) grazie ad un’ottima prova difensiva e al trio Udom-Devoe-Murphy che mette a segno 56 punti in tre. Gialloblu in vantaggio per quasi tutti i 40′ nonostante le rotazioni limitate per l’assenza di Bartoli per infortunio (Gazzotti è rientrato soltanto stasera) e le uscite per falli di Esposito e Gazzotti. Per Trieste terza sconfitta consecutiva e tifosi alabardati che hanno contestato la propria squadra al termine dell’incontro. 

Inizio di partita teso, per Verona realizzano Murphy e Udom con una tripla, mentre per gli ospiti rispondono Brooks e l’ex Candussi (5-4). Qui i biancorossi si fermano e la Tezenis sigla un 7-0 per il 12-4, Candussi mette la tripla del 12-7 cui rispondono Murphy da fuori e Devoe da tre (17-7). Coach Christian non può far altro che chiamare time-out dal quale esce un Reyes che ne mette 6 consecutivi: Gajic indovina la tripla del +11 (24-13) e al primo riposo Verona riesce ad arrivarci ancora in doppia cifra di vantaggio (26-16). Nel secondo quarto la squadra di Ramagli rallenta la sua verve realizzativa e mette a segno soltanto 11 punti: Vildera e Filloy ricuciono sino al 28-24, la panchina di casa chiama time-out ma gli ospiti sono sempre più vicini dopo la tripla del solito Reyes (30-27). Ancora Vildera sigla il -1 (35-34), Penna risponde con il suo unico canestro della serata e si va all’intervallo lungo sul 37-34.

Nel terzo quarto arriva l’aggancio triestino con il cesto di Ruzzier (40-40) cui però risponde Devoe con una conclusione da fuori e un alley-hoop per la schiacciata di Murphy (44-40). Campogrande non ci sta e infila la tripla del -1 e i liberi del sorpasso (44-45). La gara si accende, come pure il pubblico veronese che assiste a diversi sorpassi e contro-sorpassi: sul 54-50 coach Christian chiama time-out dal quale ne esce di nuovo Reyes che realizza 5 punti consecutivi (54-55 all’ultima pausa). Nella frazione conclusiva la Tezenis torna avanti con 4 punti consecutivi di Udom (58-57) che dà il via ad un parziale interno di 8-1 per il 66-57. Stefanelli replica a Reyes (68-59), Esposito mette dentro due liberi (70-59) prima di uscire per falli, cosa già successa a Gazzotti poco prima. A poco più di 3 minuti dal gong arriva un altro spettacolare alley-hoop di Davoe per Murphy che fa esploldere il palazzo (72-50). La gara in pratica termina qui, Trieste alza bandiera bianca e Verona può festeggiare ma per poco: mercoledì si torna di nuovo in campo con la difficile trasferta di Chiusi.

Andrea Etrari

Articoli collegati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button