EconomiaVerona

Masterplan per San Massimo: pronto entro fine agosto

Aree verdi e piste ciclabili per riqualificare la ferrovia storica

La linea ferroviaria storica di San Massimo, quartiere a nordovest del centro di Verona, lascerà il posto al nuovo tracciato dell’Alta Velocità: il corridoio 1 del Brennero.

Per attutire l’impatto che questo comporterà sul territorio, il Comune ultimerà entro la fine di agosto, come affermato di recente dall’Assessore all’Urbanistica Ilaria Segala, il cosiddetto “Masterplan“, un progetto di riqualificazione basato sulla realizzazione di piste ciclabili e aree verdi (del quale vi avevamo parlato anche in questo articolo).

“Il Masterplan servirà a ricucire la ferita sul territorio causata dai vecchi binari ferroviari” – ha dichiarato infatti l’assessore Segala -. “Stiamo studiando quali possano essere le migliori soluzioni affinché il quartiere possa avere un’adeguata compensazione”.

Un altro cantiere sul quale è puntata l’attenzione dell’Assessorato all’Urbanistica di Verona è il corridoio 5 della tratta Brescia-Verona-Padova, per il quale è coinvolto l’abitato di San Michele Extra.
Qui è presente un sito di pregio storico-archeologico, denominato “Fonte delle Monache“, che s’intende tutelare. A tale scopo, è stata così inoltrata ad Iricav 2, realizzatore dell’infrastruttura, la richiesta di mantenere il sottopasso della linea storica che collega la Fonte al quartiere e la proposta di eliminare le barriere architettoniche, favorendo un percorso ciclo pedonale ed uno a rampe in sostituzione degli attuali scalini.

SG

Tags

Articoli collegati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close