CronacaEventiIncontriLegnagoManifestazioniProvincia

Legnago ricorda e ringrazia: la musica, le storie e gli artisti che hanno segnato un’epoca

L’esposizione verrà allestita dall’8 al 31 ottobre nei locali della Casa Museo della Fondazione

L’Associazione Amici di don Walter, in collaborazione con la Fondazione Fioroni, presenta la mostra Legnago ricorda e ringrazia: la musica, le storie e gli artisti che hanno segnato un’epoca. L’esposizione, composta di pannelli contenenti fotografie e notizie biografiche dei principali artisti musicali legnaghesi, verrà allestita dall’8 al 31 ottobre nei locali della Casa Museo della Fondazione ed è stata ideata e redatta da Paolo Pizzardini in collaborazione con il professor Giuseppe Tognetti. Sarà visitabile negli orari di apertura del Museo e verrà inaugurata venerdì 8 alle ore 17.30 presso la Fondazione Fioroni.

«La rassegna nasce dal desiderio di rendere un omaggio ai concittadini che la loro attività professionale o amatoriale hanno dato lustro a Legnago», commenta il presidente dell’Associazione Amici di don Walter l’avvocato Francesco Salvatore, «uomini e donne che si sono distinti nelle discipline del canto e della musica. Per noi allestire questa mostra nei locali della Fondazione Fioroni è motivo di grande soddisfazione perché in questo modo proseguirà il rapporto di collaborazione con uno dei più importanti enti culturali della provincia di Verona».

Grazie a questa mostra, dunque, i visitatori potranno approfondire le biografie artistiche di alcuni tra i più importanti personaggi che nei decenni passati si sono impegnati nel campo musicale: dal maestro Giuseppe Battisti al tenore Alcibiade Comparin, dal soprano Linda Cannetti al violinista Giuseppe Magnani, dal soprano Adelina Ambroso al soprano Leonia Pellini, dal basso Bruno Sbalchiero al maestro Ennio Soave. Senza dimenticare ovviamente il maestro Renato Facchin, la pianista Liviana Semola, il grande tenore Danilo Cestari, il tenore Augusto Vicentini, l’indimenticato Danilo Errico, il direttore Renzo Ferro e ovviamente molti altri.

«Per la Fondazione Fioroni è un grande piacere ospitare la mostra organizzata dall’Associazione Amici di don Walter», rileva Federico Melotto, Direttore della Fondazione, «perché si tratta di un percorso intenso e appassionato nel cuore della indiscussa tradizione musicale propria della città di Salieri. Coglieremo l’occasione anche per impreziosire ulteriormente l’esposizione con alcune “chicche” conservate nei nostri archivi e nei nostri depositi, oggetti che amplieranno ulteriormente la conscenza di questi importanti artisti».

 

Articoli collegati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button