CulturaEconomiaVerona

Cittadini attivi, il Comune di Verona raccoglie le candidature per formare il Comitato di Gestione

C’è tempo fino al 14 gennaio per l’invio delle candidature per la formazione del Comitato di gestione paritetico a supporto dei cittadini ‘Attivi’ impegnati nei progetti di Sussidiarietà del Comune.
La gestione dei ‘Beni Comuni’ attraverso i Patti di Sussidiarietà si arricchisce così di un nuovo importante strumento. E’ il Laboratorio per la Sussidiarietà, un Hub di comunità che farà da cerniera tra Amministrazione e cittadini impegnati nelle diverse iniziative, per renderla più produttiva e semplificare i passaggi necessari a concretizzarle.
Le linee guida del Laboratorio sono state approvate a fine 2021, ora per renderlo operativo a tutti gli effetti manca solo la composizione del Comitato di gestione paritetico, che sarà formato da: un funzionario dell’Amministrazione, un rappresentante degli Enti del Terzo Settore, due cittadini attivi e due figure professionali con competenze in ambito pubblico.
ll laboratorio sarà un luogo d’incontro, confronto e discussione, dove si potranno progettare insieme nuove iniziative su tutto il territorio comunale. Il Comitato a sua volta sarà affiancato da tavoli partecipativi incentrati su tematiche specifiche, a cui oltre ai rappresentanti di Circoscrizione e Comune potranno partecipare tutti i cittadini interessati.

Il bando e le sue finalità sono stati presentati questa mattina dal vicesindaco Luca Zanotto, che ha sottolineato: “Continua a crescere il piccolo esercito di veronesi che si prende cura dei beni comuni, una squadra sempre più numerosa di cittadini attivi che mettono a disposizione tempo e competenze per occuparsi, attraverso la Sussidiarietà e insieme al Comune, di progetti o interventi a favore dell’intera collettività. Il laboratorio per la Sussidiarietà non farà che rafforzare questo legame, creando un filo diretto tra Comune, Circoscrizioni e cittadini. Dal 2017, anno di avvio del progetto, sono circa ottanta i patti siglati, un’altra quindicina è in fase di istruttoria. Sono diverse centinaia i cittadini attivi che hanno promosso e ‘lavorato’ nei Patti, alcune migliaia quelli che hanno beneficiato delle attività messe in campo. Un trend in continua crescita, che ha riguardato progetti che vanno dalla cura del verde alla piccola manutenzione nelle scuole, dalla valorizzazione dei piccoli patrimoni storici e culturali dei quartieri ai servizi alla persona”.  
Singole persone, associazioni, imprese, enti, ogni altra forma associativa, possono scegliere di occuparsi insieme al Comune di progetti o interventi a favore dell’intera collettività, nei diversi ambiti di interesse pubblico:

  • edifici scolastici
  • cura del verde e dell’arredo urbano
  • attività sociali e aggregative
  • iniziative culturali e sportive aperte a tutti

E’ possibile sia partecipare sia ad un progetto attivo, sia proporne uno nuovo. Le candidature dei rappresentanti di ETS e Cittadini attivi nel Comitato di gestione paritetico devono pervenire entro all’indirizzo email: sussidiarieta@comune.verona.it.
Maggiori informazioni sono reperibili alla pagina web ufficiale.

S.G.

Articoli collegati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button