Altri ComuniCronacaLegnagoProvincia

Coronavirus: mascherine e camici in dono alle case di riposo

Fratelli d'Italia si è mobilitata per aiutare il territorio

Un gesto importante, di vicinanza al territorio,  reso possibile grazie alla solidarietà del Circolo di Fratelli d’Italia di Terrazzo e di varie Associazioni, tra le quali: Proloco, Associazione Calcistica, Associazione Presepe Vivente e alla Parrocchia.

L’iniziativa è partita da Enrico Visentin, Presidente del locale Circolo di Fratelli d’Italia di Terrazzo. La sezione Fratelli d’Italia si è mobilitata per aiutare le case di riposo del territorio che stanno soffrendo per l’emergenza Coronavirus. “La situazione è drammatica, ogni giorno i medici, gli infermieri e gli operatori sanitari lavorano senza sosta per salvare la vita dei pazienti. Le case di riposo sono sempre più sotto pressione, e la carenza di presidi di protezione individuale potrebbe mettere a serio rischio chi è in prima linea contro il virus. Per questo motivo, proprio perché senza le adeguate misure di protezione individuale è impossibile affrontare l’emergenza sanitaria in corso, abbiamo deciso di dare un contributo concreto”.

Così, Enrico Visentin, Gianna Muschio, Pierluigi Pasqualini in rappresentanza della Proloco, Emanuele Polo in rappresentanza del presepe Vivente, hanno distribuito 800 mascherine e 300 camici ai plessi delle case di riposo del territorio. Il tutto è stato reso possibile grazie alla solidarietà di molti privati, esercenti ed imprenditori che hanno partecipato alla raccolta fondi per l’acquisto del materiale sanitario.

 “Un gesto di solidarietà importante, oggi sono state consegnate a Legnago e nei prossimi giorni verranno coinvolte altre case di riposo del territorio. E’ stato un onore essere aver partecipato all’iniziativa – commenta Cavedo Gianluca responsabile della Bassa Veronese di Fratelli d’Italia. Gesto che vuole dimostrare la nostra vicinanza a tutto il territorio a tutti i medici, infermieri e operatori sanitari e che permetterà loro di lavorare in sicurezza.o. A questi eroi in prima linea contro il virus va tutta la nostra riconoscenza e gratitudine”.

Tags

Articoli collegati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close