CronacaLegnagoPianura VeroneseProvincia

Legnago: la situazione in Casa di riposo sta tornando alla normalità

Domani mattina un importante incontro con i rappresentanti dei famigliari

La casa di riposo di Legnago sta tornando in modo graduale alla normalità. La diffusione del coronavirus sembra essersi arrestata e i casi di positività sono diminuiti. È quando emerge dai risultai dei tamponi effettuati il 16 maggio sugli ospiti e gli operatori, i cui esiti sono stati resi noti questa mattina.

Dei 60 anziani che erano risultati essere contagiati nel padiglione A in occasione dei controlli del 29 marzo scorso sono 24 quelli ancora positivi, mentre 9 sono gli ospiti negativizzati in via di guarigione (su cui nei prossimi giorni verrà eseguito il secondo tampone) e 27 quelli guariti completamente.

Dei 25 operatori che avevano contratto il coronavirus sono 10 quelli ancora positivi. L’ultimo decesso risale al 5 maggio, quando un ospite della casa di riposo è venuto a mancare all’ospedale di Legnago, dove era ricoverato da circa un mese.

“I risultati sono confortanti. Non dimenticheremo mai le prime settimane e l’impatto di questa drammatica emergenza coronavirus. Gli ultimi tamponi sono un primo, importante, spiraglio verso la normalità – afferma il
presidente della casa di riposo Mario Verga -. Sempre in quest’ottica un considerevole passo in avanti sarà ristabilire i servizi situati al piano terra del padiglione A, quello in cui sono presenti gli ospiti positivi.
Mi riferisco alla chiesa, alla farmacia, al bar, all’ambulatorio, al guardaroba, allo spogliatoio maschile, al parrucchiere e alla sala fumatori. Ora che molti anziani sono guariti siamo in grado di trasferire momentaneamente le persone ancora positive al primo piano, rendendo così di nuovo accessibili e pienamente fruibili i servizi già a partire dai prossimi giorni. Questo grazie anche al personale della casa di riposo che
si è prodigato per assistere nel migliore dei modi gli ospiti in questa delicata fase. A loro va il mio ringraziamento”.

I risultati dei tamponi e le iniziative intraprese per un graduale ritorno alla normalità sono i principali aspetti al centro dell’incontro in programma domani mattina, 20 maggio, tra l’amministrazione della casa di riposo, il sindaco di Legnago Graziano Lorenzetti, i rappresentanti eletti del comitato familiare e i familiari che si sono autocostituiti nel comitato spontaneo.

“Sarà un’assemblea importante. Siamo aperti all’ascolto, abbiamo le nostre idee, ma siamo ben lieti di poterci
confrontare con i parenti degli ospiti”, continua il presidente. “Ci stiamo inoltre attrezzando, attraverso un protocollo interno, per consentire nuovamente le visite che erano state bloccate per tutelare l’incolumità degli ospiti. Ora siamo in attesa delle direttive della Regione Veneto, dovrebbe essere una questione di giorni. Ci faremo trovare pronti perché sappiamo quanto è importante potersi vedere di persona, sia per gli ospiti che per i familiari, naturalmente con tutte le misure di sicurezza. Intanto abbiamo continuato a garantire il servizio delle
videochiamate”.

Il consiglio di amministrazione, conclude Verga, “ha nel frattempo deciso anche di sospendere l’accorpamento di alcuni reparti. Inizialmente era previsto per motivi organizzativi lo spostamento di una parte degli ospiti di uno dei tre attuali reparti del padiglione B, ma abbiamo deciso di sospendere in attesa di avere dei dati più precisi sulla situazione sanitaria”.

Tags

Articoli collegati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close