CronacaLegnagoProvinciaSanità

Legnago, premiato il dottor Franchini “ideatore” del plasma iperimmune al Carlo Poma

Il legnaghese è primario del dipartimento di medicina trasfusionale ed ematologia dell'ospedale di Mantova.

Incontro d’eccezione questa mattina, venerdì 19 giugno 2020, a Palazzo De Stefani. La Giunta comunale al gran completo ha accolto in comune il dottor Massimo Franchini, direttore del dipartimento di medicina trasfusionale ed ematologia dell’Ospedale Carlo Poma di Mantova. Il sindaco Graziano Lorenzetti ha espresso tutta la sua ammirazione per i risultati ottenuti dal medico di origine legnaghese nella lotta contro il coronavirus.

Il Carlo Poma è balzato agli onori delle cronache per essere stato uno dei precursori nella sperimentazione del plasma iperimmune per la cura del Covid -19. Dietro ai super risultati del dottor Giuseppe De Donno c’è dunque un professionista cresciuto all’ombra del Torrione.

Franchini ha vissuto fino all’età di 37 anni a Legnago, dove ha frequentato il liceo classico Cotta. In seguito si è laureato in Medicina con 110/110 e lode nel 1991 all’Università di Verona ed ha ottenuto il diploma di specializzazione in Ematologia con 50/50 e lode.

Tags

Articoli collegati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close