EconomiaLegnagoPoliticaProvincia

Legnago Futura, un’idea concreta per aiutare i commercianti

Concedere il credito di imposta su parte del canone di affitto dei mesi di chiusura

I rappresentanti di Legnago Futura, tramite un comunicato stampa, hanno lanciato un’idea concreta per aiutare i commercianti della città in un momento così duro: applicare il credito di imposta su parte del canone di affitto dei mesi di chiusura forzata.

“Il decreto Cura Italia – spiegano – prevede, all’articolo 65, un’agevolazione (il cosiddetto bonus affitti per negozi e botteghe) in favore dei lavoratori autonomi (negozianti, commercianti, ecc.) costretti a chiudere le attività per rispettare le misure restrittive volte a limitare il contagio da Covid-19. Non si tratta di una sospensione dei pagamenti dell’affitto bensì di un credito di imposta pari al 60% del canone di locazione versato. Chi ha pagato nel mese di marzo € 100,00 di affitto per il locale che risulta classificato come C/1 in cui esercita l’attività, come la maggior parte dei bar e dei negozi può usufruire di un credito di imposta per il pagamento di tributi e contributi di € 60,00”.

“La nostra idea – sottolineano i consiglieri di minoranza – è quella di proporre uno sgravio di un ulteriore 10% del canone di affitto pagato utilizzando il meccanismo del credito di imposta, che verrà poi utilizzato per compensare Imposte e Tributi Comunali. Tale sgravio è attuabile naturalmente per tutti i mesi in cui le attività sono state costrette a chiudere”.

“Anche altre categorie sono state duramente colpite dalla chiusura forzata delle attività – prosegue il documento – come per esempio i professionisti e chi esercita attività artigianale (ad esempio parrucchiere, estetiste, panettieri). Questi soggetti esercitano in locali con categoria catastale A/10 ( uffici e studi privati ) e C/3 ( laboratori per arti e mestieri). Essendo escluse dal decreto Italia proponiamo che per queste categorie lo sgravio sia del 20% sempre con la forma del credito d’imposta”.

Tags

Articoli collegati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close