CronacaCulturaEventiIncontriVerona

Estate 2021: al via un centro estivo per ragazzi autistici a Verona

Quest'anno è il Comune stesso ad organizzarlo

Il progetto pilota di animazione estiva per bambini e ragazzi autistici “E-state con ANTS” era già stato avviato in via sperimentale l’anno scorso dall’associazione ANTS per l’autismo con il supporto di Diocesi e Comune: quest’anno tornerà con la partecipazione diretta di quest’ultimo.

Un altro segno di partecipazione diretta e vicinanza del Comune di Verona ai giovanissimi affetti da autismo e alle loro famiglie sulla scia di altre iniziative recenti di cui vi abbiamo parlato a marzo e ad aprile scorso.
Il centro estivo in partenza il 5 luglio prossimo a Verona si rivolge a circa 50 bambini e ragazzi “speciali” tra i 4 e i 25 anni aderenti all’associazione ANTS e li terrà impegnati fino al 13 agosto presso la scuola dell’infanzia Villa Colombare di via Castello San Felice n. 6.
Il Comune di Verona supporterà l’iniziativa anche attraverso la cura del servizio mensa interno alla struttura, dove si svolgeranno una serie di attività ludico-educative tipiche dei grest estivilaboratori di pittura, arte, musica, orto in cassetta, cucina, piccoli progetti di assemblaggio, etichettatura, smistamento minuteria e psicomotricità all’aperto.
Le attività saranno vagliate e monitorate dagli psicologi esperti di ANTS, che assieme alle famiglie, ai volontari, agli educatori e alle OSS fornite dall’Ulss 9 potranno garantire ai piccoli ospiti un supporto 1/1.
Il progetto godrà anche del coordinamento e della supervisione dell’equipe del Centro Regionale per l’Autismo di Verona (Neuropsichiatria Infantile dell’Azienda Ospedaliera Universitaria Integrata di Verona) con l’intento di diventare un modello di intervento qualificato.
La presentazione del Grest speciale è stata fatta oggi dall’assessore ai Servizi sociali Daniela Maellare alla presenza del consigliere comunale Laura Bocchi, membra di Ants e sostenitrice di molte iniziative per l’autismo, il prof. Leonardo Zoccante, coordinatore del Centro Regionale per l’Autismo di Verona, il direttore Servizi Socio Sanitari ULSS 9 Scaligera Raffaele Grottola, la presidente di ANTS Federica Costa e il vescovo Mons. Giuseppe Zenti.
Nell’occasione, il Sindaco Sboarina ha tenuto a sottolineare  che si tratta di “Un ulteriore passo avanti nell’importante percorso che fa di Verona “Città amica delle persone affette da disturbi dello spettro autistico“. Chi ha bambini piccoli e giovani in età scolare, sa quanto l’estate possa rappresentare un periodo difficile da organizzare per conciliare lavoro e famiglia. Piccoli problemi che diventano enormi laddove il normale centro estivo non dia le risposte sufficienti e adeguate, come nel caso dei bambini e ragazzi autistici.
Per loro servono progetti inclusivi ma mirati, organizzati secondo indicazioni scientifiche e con personale formato.
Non si può improvvisare, ne va della loro salute e di chi gli sta accanto. In linea con il percorso già attuato, abbiamo deciso pertanto di affiancare l’associazione ANTS co-organizzando il centro estivo, una risposta concreta alle esigenze delle famiglie, oltre che un progetto che ancora una volta vede la luce grazie alla capacità di Verona e delle sue istituzioni e associazioni di fare rete”.
Maellare ha aggiunto: “Dopo l’avvio sperimentale dello scorso anno, il progetto trova continuità nella proposta presentata oggi, un’offerta qualificata che si avvale del supporto dell’Ulss 9 Scaligera e del Centro Regionale per l’Autismo, un’eccellenza in tale ambito che tutta Italia ci invidia. Mai come quest’anno, profondamente segnato dalla pandemia, sentiamo forte il bisogno di aiuto da parte delle famiglie, a cui non manchiamo di dare tutto il supporto possibile”.
Infine, il prof. Zoccante ha sottolineato che il “Valore aggiunto di questa iniziativa è che vengono scrupolosamente seguite le indicazioni della comunità scientifica in ambito autistico. Resta fondamentale la sinergia tra associazioni e istituzioni, che è uno dei principali compiti del Centro Regionale per l’autismo.
Con progetti come questo e Welcome Blu, Verona si sta garantendo la capacità di gestire le persone affette da autismo e le loro famiglie nel migliore dei modi possibili”.

Per ulteriori informazioni contattare ANTS per l’Autismo APS:
Tel. 349 3998470 – e-mail: info@ants-onlus.it

SG

Tags

Articoli collegati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close