ArteEventiLegnagoProvincia

Legnago: il primo concorso nazionale di pittura è un successo

L'accademia delle Arti G.B. Cavalcaselle ricorda Giuseppe Mantoan

E’ stato un successo il primo concorso nazionale di pittura  Città di  Legnago in memoria di Giuseppe Mantoan che si è tenuto domenica 6 settembre davanti al Torrione.

Ben 62 pittori da tutta Italia hanno risposto al richiamo di un concorso che, come si augurano gli organizzator i e il sindaco Graziano Lorenzetti , diventerà una piacevole consuetudine del  comune del Salieri.

L’Accademia delle Arti G.B. Cavalcaselle   ha voluto dedicare  la manifestazione ad uno dei suoi storici componenti Giuseppe Mantoan, venuto a mancare lo scorso 2 giugno.   Noto scultore del ferro, originario di   Montagnana (Pd), Mantoan era molto conosciuto e apprezzato  per la sua arte.    Fin da  giovane questo eclettico artista aveva maturato una passione per il ferro battuto tant’è che da ragazzino modellava il ferro con strumenti rudimentali come per esempio  pinze e il martello. A Legnago, nelle  mostre organizzate dall’Accademia nelle scorse estati, aveva esposto diverse sculture in ferro che raffiguravano danzatori, operai, momenti  evocativi di vita famigliare e delle tradizioni del passato.   Negli ultimi anni le sue opere erano stato esposte anche nelle vetrine dei negozi del centro.

“Le sue sculture – lo ha ricordato  Vanna Soffiati, presidente dell’Accademia delle Arti –  sono la materializzazione delle sue idee, sono delle opere che portano con sé un pezzo di Giuseppe. Il suo ricordo è stata la spinta per realizzare questa manifestazione, vedere la piazza così piena ci riempie d’orgoglio. Il lavoro è stato tanto, siamo stanchi ma felici. Abbiamo portato a termine la nostra missione: ricordare Giuseppe e donare a Legnago il suo Concorso Nazionale”.

E per ricordare Mantoan l’amico , nonché compagno d’arte, Emanuele  ha composto una poesia, “Giuseppe l’alchimista  dell’anima”  che ha letto ai presenti rendendo ancor più carica di emozioni la cerimonia.

La piazza affollata in occasione delle premiazioni del concorso

“Per  Legnago questa è una giornata importante – le ha fatto eco il sindaco Lorenzetti – questo primo concorso nazionale ci auguriamo sia il primo di una lunga serie. Devo complimentarmi con i membri dell’Accademia delle Arti G.B. Cavalcaselle che sono stati bravi nel coinvolgere tutti questi artisti che hanno colorato la nostra piazza. I cittadini hanno apprezzato molto questa iniziativa e la risposta di presenze è stata ottima”.

Prima delle premiazioni delle opere   segnalate e premiate dalla giuria la cerimonia ha avuto un secondo momento toccante nel ricordo di Martina Furieri,  artista  legnaghese recentemente scomparsa. L’Accademia delle Arti ha voluto ricordarla consegnando ai famigliari una targa visto che la giovane avrebbe dovuto partecipare  a questa prima edizione del concorso.

La giuria  composta da: Claudio Rossato – Pittore e Presidente di giuria, Wanna Soffiatti – Diplomata all’Accademia di belle Arti Cignaroli, pittrice e insegnante di arte al nido, Giovanni Albertini – Laureato in filosofia a Verona con tesi di estetica. Laurea in psicologia a Padova. Attualmente esercita come psicologo a Verona e collabora con il noto psicologo Prof. Giorgio Nardone ad Arezzo, Maria Grazia Bruschetta – Diplomata all’Accademia di belle Arti Cignaroli e Gianfranco Zenerato – Pittore professionista. Opera nel campo artistico Nazionale da oltre trent’anni ha premiato diverse opere in concorso.

Sul podio sono saliti Romano Bertelli, terzo;   Giovanni Gueggia, secondo, e Gilberto Sartori vincitore dell’edizione 2020. Ecco le loro opere:

Articoli collegati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close